La Patada Fantasma

di Giorgio Mulliri

La Patada Fantasma

In Spagnolo il calcio fantasma.

Oramai impera su tutti i media Spagnoli la parola la patada de Rossi que tiro a Marquez.

Dopo  tutto il casino successo a Sepang la stampa ci sta giocando come non mai  su questa storia.
Non affronterò il discorso gia ampiamente usato da tutti  sulla azione poco sportiva da parte di Rossi.

E' da domenica mattina che ho qualificato Rossi in quella azione "Sportivamente indifendibile"

Con questo articolo  voglio chiarire la dinamica di quello che e' successo,  a mio modo di vedere le cose.

Non delle eventuali scorrettezze evidenziate da molti fatte da Marquez nei giri dopo che Lorenzo lo ha sorpassato, ne e' pieno internet  di video e commenti di tutti i generi.
e neanche di tutto quello che e' successo prima che ha portato a questo epilogo


Ci sarebbe da delineare due momenti ben precisi in tutta questa faccenda.


Il primo in diretta, quando tutto il mondo non riusciva a credere quello che era appena successo, e da li tutti addosso a Rossi. io compreso.

.
Il secondo momento e quando e' apparso il video dove si vedeva chiaramente che marquez  toccasse Rossi con il casco,  le imaggini laterali quello dicevano apparentemente.

Tra questi due momenti e' successo di tutto,  compreso giudizi condizionati da quello che si vedeva in tv,  e dopo  visto il video al rallenty.

Il massacro anche attraverso i twitt di personaggi famosi  si sono sprecati  i piu contro. altri meno.

Giornata lunga dietro al pc di moltissimi appassionati affamati di news sull'accaduto, ognuno con i propri scopi, chi contro e chi pro Rossi, pochissimi a dire il vero.

Comunque man mano che passavano le ore,  le Immagini da tutte le direzioni  davano conferme per alcuni e o dubbi per altri.

Il video laterale si vedeva il colpo di casco da parte di Marquez, mentre da quello dell'elicottero  il colpo del casco era sparito, anche se le immagini non erano chiarissime come quelle laterali.


 Battaglie campali su Facebook  , ogni uno a dire la sua.

 
Alcuni molto informati, altri meno  eppur  sempre con giudizi. forse affrettati come tutti.

Spinto sia dalla mia  curiosità e da qualche amico che mi spronava ad una  analisi alla manz, ho  dedicato  tutt'oggi alla ricerca di materiale per poter vedere la realtà delle cose.

 Quale miglior modo di esprimermi in immagini.
Un video che non vuole essere la verità assoluta, come mio solito IPOTIZZO..
ma basato su immagini abbastanza credibili, dove espongo la mia teoria di come e' andata   attraverso immagini e spiegazioni.


Ho chiamato L'ispettore Closeau   e abbiamo porato avanti questa indagine approfondita del famoso Calcio fantasma che tutta la prensa spagnola  continua   a vedere anche dopo il comunicato ufficiale della direzione di gara che parla specificatamente che nessun calcio si e' visto da parte di rossi, anche se puntito per l'azione scorretta di portare fuori linea  a Marquez.

Questa  e' l'indagine   buona visione





Spero sia risultato interessante.
la ricerca e l'indagine approfondita  e' basata sulla logica della meccanica dell'incidente senza  nessuna pretesa di convincere nessuno.

A mio parere e' la spiegazione piu logica.



Image and video hosting by TinyPic


A Malaga piove ogni tanto

A Valencia tormenta...



comments powered by Disqus

Altri commenti

Isolabella

Invece Rossi è sportivamente difendibilissimo.
1) perché è stato provocato con manovre pericolose attuate ad alta velocità e con disprezzo del pericolo quale un rancoroso e scriteriato giovane ancorché campione del mondo in carica poteva porre in essere;
2) perché la manovra incriminata e attuata da Rossi era di difesa ed era volta unicamente a dissuadere lo spagnolo dal non reiterare quei comportamenti pericolosi che ponevano a repentaglio l'incolumità di entrambi;
3) se Marc è andato per terra ciò è imputabile unicamente a se stesso perché Rossi, che pur aveva diritto di traiettoria, gli aveva lasciato all’esterno abbastanza spazio qualora fosse stata sua intenzione proseguire. Invece, accecato alla stregua di un torello Miura, ha chiuso su Rossi senza che ne avesse diritto non avendolo ancora sopravanzato.
Della patada fantasma inutile perderci tempo. Marc è l'unico colpevole di questo ambaradan. Facesse ammenda.

Inserito: 28 ottobre 2015
Isolabella

C'è poi da ridire sulla poca lungimiranza della Direzione Gara perché il team manager Yamaha, Maio Meregalli, presagendo ciò che bolliva in pentola aveva provato a convincere i vertici Dorna a convocare i due piloti per far dare loro una calmata. L'invito però è andato disatteso perché non reputato necessario. I fatti hanno dato loro torto marcio ma per questo nessuno pagherà salvo Valentino.

Inserito: 28 ottobre 2015
ortolanidavide

Ciao Manz,
a mente fredda mi sento di avallare la tua versione dei fatti.
Che il ginocchio si sia allargato è fuori dubbio, che poi il piede si sia staccato dalla pedana per farlo diventare un calcio non so...
Ad ogni modo che aria tira in Spagna? Quale clima prevedi si troveranno di fronte i nostri eroi?

Inserito: 28 ottobre 2015
Domenico77

Ciao Manz complimenti per la ricostruzione, sembra molto attendibile.
Vorrei fare alcune considerazioni sull'incidente che magari arricchiranno i nostri ragionamenti.
- La pratica del block&pass è utilizzata nel cross e in pista da chi è all'interno per costringere chi sta dietro a chiudere il gas. Chi sta avanti decide quando è il momento di aprire per lasciare indietro chi ha dovuto fermare la moto. Volendo, è l'essenza stessa del sorpasso portata alle sue estreme conseguenze. Passo, ti chiudo la porta in faccia, scappo, tu resti con un palmo di naso.
In questo la direzione gara NON può ravvedere nulla di antisportivo altrimenti addio gare.
Qui si trova un bel video informativo
https://www.youtube.com/watch?v=J1OzM5MBmXI

- MM ha usato, ad alta velocità e con staccate al limite, una tattica simile. Tecnicamente se le stavano dando di santa ragione, peccato che mancassero 15 giri alla fine. Fossero al penultimo giro nulla da eccepire, ci si gioca il podio dopotutto.
Ma veniamo al fattaccio.
- VR prova a spingere alle corde MM che, ingenuamente, si è portato da solo all'esterno della curva 14. VR si gira la prima volta e gli da un'occhiataccia. Evidentemente MM non tira e lui non vuole perdere contatto coi primi in una bagarre inutile.
- Se consideriamo il momento in cui MM è costretto ad inchiodare e a rialzare la moto, c'è tantissimo spazio tra lui e il bordo pista e, sommato alla velocità ridotta, VR non sta mettendo affatto in pericolo l'incolumità di MM.
- In questo momento VR ha il coltello dalla parte del manico, tiene larga la sua traiettoria per non dargli possibilità di riaprire il gas. E' davanti, può farlo, il block&pass lo conosce pure MM.
- A questo punto la cosa più saggia per MM, per non andare lungo, sarebbe frenare, mettere la moto dritta e aspettare che VR riapra per provare a passare all'interno, ma non lo fa.
- Ancora tra MM e il bordo pista ci sono circa 2 metri, un'enormità nel mondo delle gare, a 50 kmh, con erbetta e via di fuga asfaltata, basta frenare e non si rischia nulla. VR lo sa e lo guarda l'ultima volta.
MM sa che deve subire l'onta del block&pass e non ci sta, si butta sulla moto di VR e gli si chiude lo sterzo quando la sua spalla colpisce lo stivale di VR perchè le moto sono praticamente affiancate e con quell'incidenza non può buttarlo giù. Fine dei giochi.
- MM è un pilota molto irruento ed istintivo, ha 22 anni e ha già vinto tantissimo.
Ha un conto in sospeso con VR per le dichiarazioni di giovedì etc etc... Purtroppo fa un errore per eccesso di foga e ne paga caro le conseguenze. VR sa come si gioca sporco e anche sporchissimo. Voleva parcheggiare MM per dargli uno schiaffo morale, di certo non voleva mandarlo fuori pista. Voleva solo fargli capire che se MM faceva il pazzo, lui lo sapeva fare 100 volte meglio di lui. Lo dice subito nel dopo gara che voleva portarlo largo, fuori, ma non farlo cadere.
- A conti fatti hanno fatto una cazzata enorme entrambi. MM è andato di nuovo a terra, e tutto il resto della manfrina che tutti conosciamo. Anche se in gara non aveva scelta, VR ha perso di vista l'obiettivo finale del mondiale e si è fatto prendere dalla foga da bagarre.
La questione dei tempi di Phillip Island è plausibile ma è stata gestita a mo' di complotto. Molto male. MM non penso gliene possa fregare di meno di Lorenzo, voleva rendere la vita difficile a VR nelle ultime gare, alla faccia della sportività. VR dal canto suo era avanti in classifica e ha mostrato debolezza psicologica denunciando inciuci vari. Secondo me da giuste intuizioni è arrivato ad errate conclusioni, magari spinto dal suo entourage.
- Direzione gara, lasciamo stare. A parte il peso politico ENORME che hanno i due in questione (VR non è del tutto estraneo agli interessi spagnoli, visto che ha Movistar sulla carena, cosa che molti italiani ignorano forse), hanno cercato di dare un colpo al cerchio e uno alla botte attingendo a un vago principio di lealtà e sportività che può andare benissimo al telespettatore medio e alle sue conoscenze, ma che lascia scontenti tutti gli addetti ai lavori. Se avessero voluto far terminare la gara senza penalità in corsa a VR per esaminare al meglio le cose, vista la delicatezza del momento, avrebbero dovuto esigere da Honda e Yamaha la telemetria. Per determinare, al di là di ogni ragionevole dubbio, le responsabilità. Senza le telemetrie, io avrei passato l'incidente come contatto di gara e dato un punto o due sulla patente per la condotta irresponsabile di entrambi per dare il contentino all'opinione pubblica, come ad Assen, dove ci fu un contatto mica da poco.
- Jorge Lorenzo, meglio non infierire su di lui.
Per mettere in chiaro le cose io penso che le sportellate in gara si prendono e si danno, e se tieni il culo su una cosa che fa 350 all'ora ogni weekend, i tuoi calcoli li sai fare circa l'incolumità e rischi relativi, a meno di non chiamarsi Pastor Maldonado. Si parla di professionisti, non di esaltati che fanno le penne col motorino. La retorica buonista politically correct di questi giorni è stucchevole quando pure le pietre sanno che tutti i piloti hanno un ego smisurato, è quello che li rende campioni.
Basta ho scritto un'enciclopedia :)
Bonnuit.

Inserito: 28 ottobre 2015
LucaTB

Io vorrei, invece, far notare un altro punto di vista, quello dal camera-car di VR dove il "presunto" calcio di VR a mio parere sembra poco presunto. Rimane impossibile dimostrare se sia la causa della caduta di MM. In questo video si nota un movimento molto rapido verso il basso della gamba (calcio) e subito dopo VR che si volta per controllare (volontarietà). Il video in questione, guarda caso, la Dorna lo sta togliendo da internet. Lo trovate su facebook nella pagina "Vr 46 and Sic 58" al minuto 1:04 del video dell'intervista di Brivio (su youtube c'è ma hanno tagliato l'immagine).
Mio parere sull'accaduto: erano da punire tutti e due, ma chi ha sbagliato di più in tanti anni di gestione è CE patron di Dorna... Ora non sa più da che parte stare $$$$$

Inserito: 29 ottobre 2015
LucaTB

Inserito: 29 ottobre 2015
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


In blog Veritas

Approfondimenti tecnici sulla MotoGP fuori dall'ordinario


Una voce fuori dal coro, che vi terrà informati sulle evoluzioni tecniche e sui segreti della MotoGP

Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Una domenica da dimenticare

Una domenica da dimenticare
in Motomondiale