Comparativa sbk stradali e analisi a fondo della Panigale

di Giorgio Mulliri

Comparativa sbk stradali e analisi a fondo della Panigale

Comparativa sbk stradali  e analisi tecnica della panigale

Cominciamo col dire che, non avendo i dati delle sbk ufficiali, mi son preso la briga di prendere i dati delle   moto in vendita dal concessionario, che sono le dirette derivate delle moto che competono nel campionato mondiale di SBK.
Passo, grandezza pneumatici ,e lunghezza massima della moto.
A volte il passo non e’ dichiarato. ma la lunghezza massima si, avendo rilevato il diametro dei pneumatici usati in sbk, sapere il passo non e’ stato un problema.
Avviso a i naviganti: le foto usate per le analisi sono quelle che ho trovato su internet e che ho ritenute atte allo scopo, piu piatte possibile e parallele all’obbiettivo della macchina fotografica, di conseguenza le analisi, non possono essere il massimo della precisione, ma si avvicina abbastanza come misure e distanze.
Tutte le moto messe a confronto sono tutte pari all’asse anteriore.
Tutte le moto sono state scalate alla misura esatta del passo. e da li ho potuto ricavare le varie posizioni di organi importanti per le geometrie delle moto.

Cominciamo, queste le moto.
Bmw
Image and video hosting by TinyPic

Honda
Image and video hosting by TinyPic
Kawasaki
Image and video hosting by TinyPic
Yamaha
Image and video hosting by TinyPic
E Panigale R
Image and video hosting by TinyPic la Panigale R
Prese una per una e analizzate per vedere la posizione dell’albero motore, pignone, e pivot.
E poi sovrapposte tutte insieme  con i punti importanti a segnalare la posizione relativa dei vari organi.
In pratica cosi. 
In questo caso e’ l’aprilia.
Image and video hosting by TinyPic


Ora, alcune moto con I loro punti salienti, sovrapposte e divise per settori con una banda colorata.

Ho cercato il miglior modo possibile e comprensibile questa soluzione…  non deludetemi…

La banda gialla ci sono le posizioni degli alberi motori.
La rossa il pignone e azzurra il pivot.

Ci sono 4 moto  piu la Panigale in alto  
Questo e’ il risultato...
Image and video hosting by TinyPic


Come si puo apprezzare la posizione degli alberi motori.  importantissima per la manegevolezza della moto
Nelle 4 moto sotto l’analisi grafica, appare in linea come standard e come regola aurea che sia Nakamoto san dichiarò quando passarono dal motore hrc di 72 gradi di apertura delle bancate, a i 90 come ducati.

Anche l’ing Fabio Fazi autore del libro La progettazione della motocicletta edito da Giorgio Nada, dichiarò sulle pagine del libro in questione.


Chi mi legge,  si ricorderà di certo le mie analisi sulla ducati del periodo di Rossi in comparazione con la altra moto con motore a v di 90 gradi, la hrc 212 rcv, dove  scoprì che una delle differenze piu evidenti in confronto alla Ducati, ed era che avesse l’albero motore troppo distante dall’asse anteriore.


Questa e’ una regola fissa che può variare di pochi decine di millimetri.

Troppo indietro provoca sottosterzo, troppo avanti provoca sovrasterzo.

Perche questo discorso? 

 Perche l’unica moto fuori scala e’ la ducati Panigale, erede della moto con che debuttò Rossi con il sedmitelaio portante in carbonio…

Ricordate quanti problemi creò ?, non a Stoner pero… ma andiamo avanti.

Nel caso della panigale, non fu progettata da Preziosi, ma da Domenicali.

Ricalca fedelmente la filosofia della gp9, 10 e 11  con il semitelaio in carbonio.
Pero nella panigale, corsero a i “ripari”, cambiando il carbonio con l’alluminio  garantendosi un po di flessibilità.

Stessa disposizione del motore inclinato in avanti, stessi problemi?
Fermiamoci un attimo, poi continueremo con una comparativa della Panigale e la unica moto in pista con un motore a v,  l’aprilia.

Nell’elaborazione grafica  possiamo apprezzare: la disposizione a triangolo del albero pignone e pivot con il pignone decisamente piu' alto rispetto ad una linea ipotetica.
Oltre alla posizione del albero motore sempre piu basso  del pignone.

Possiamo apprezzare anche la lunghezza dei forcelloni da asse posteriore a pivot, ed ovviamente i vari passi differenti tra loro ,guardando la posizione dei punti che indicano l’asse posteriore.
Come potete vedere rientrano dentro le bande colorate tutti i punti importanti, eccetto la Panigale..

Troppo complicato analizzare ulteriormente le altre moto.
 Ma gia dalla elaborazione sopra potete rendervi una idea che tutte hanno uno standard come filosofia di posizionamento geometrico.
Mi centrerò direttamente su un confronto tecnico con la aprilia, unica moto con un motore a v come la panigale.

Andiamo per gradi.

Qui una analisi della posizione del motore aprilia esatta, con i punti di cui abbiamo gia parlato.

Con in piu l’inclinazione del forcellone "secondo i miei risultati". 

 La linea azzurra segna il centro esatto della lunghezza della moto, e sotto, alla base del'imaggine, la banda rossa che indica a terra l’ingombro a terra  del motore aprilia.
Image and video hosting by TinyPic


Ora la panigale
Image and video hosting by TinyPic

Ci siamo? 
State ancora svegli?  

Proseguiamo?

Siccome sono generoso voglio esagerare, ma si, sovrapponiamo le imaggini…

Image and video hosting by TinyPic

Occhio alle bande colorate alla base, dove si evince quanto il motore aprilia sia centralizzato.
E quello della panigale.

Vogliamo parlare di centralizzazione delle masse?
No, io non mi azzardo a parlare di centralizzazione delle masse della Panigale...
Però cercherò con ipotesi di spiegare alcune scelte, ripeto ipotesi,
non verità assolute.

Ho fatto un’altra analisi pazza. 
 
Montare un motore  panigale, perfettamente in linea con i punti aprilia.

Impossibile, la posizione di pignone e troppo bassa in confronto a quello aprilia.
 Proviamo a mettere gli alberi motore nella posizione originale aprilia.
E’ uscito qualcosa di interessante che forse ci aiuta a capire diverse cose.


Facciamo sta pazzia..
Image and video hosting by TinyPic

Troppo lungo il motore, I radiatori dove li mettiamo?

Cambiamo tattica, facciamo come fece Preziosi con la gp12, prima moto con telaio in alluminio.
Addrizziamo il motore e rifacciamo i carter per riposizionare gli alberini del cambio  cosi da avere il pignone nella giusta posizione.

Proviamoci..
Image and video hosting by TinyPic


Azzzzzz ho aumentato gli ingombri a terra pero…

Il motivo e’ anche perche' il motore aprilia e con le bancate aperte di 65 gradi, mentre il Panigale a 90.

Un casino farcelo stare.

Ma proviamo a rifare i carter per posizionare gli alberini perche cosi come e', il pignone non tornera' mai.

Cosa dobbiamo fare?
Esaminiamo come sono disposti gli alberini del cambio aprilia, esattamente al rovescio di quelli della panigale.

Image and video hosting by TinyPic

Il confronto con l’aprilia era d’obbligo, una moto vincente e con la stessa filosofia o quasi del motore a v.

Ma non finisce qui.
Parliamo della posizione del motore panigale e il bilanciamento della moto.

Questo e’ quello che appare..
Image and video hosting by TinyPic

La linea azzurra delinea il centro della moto della sua lunghezza
La parte colorata del motore in azzurro e ciò che in teoria va a caricare l’avantreno.

Effettivamente  appare un pò caricata sul davanti.

Sarà per questo che in sbk, hanno cercato moltissime  soluzioni per cercare di trasferire carico al posteriore?

Con il telaietto posteriore che si faceva "carico"  del peso di un nuovo serbatoio, caricando il posteriore?

O del serbatoio che e’ man mano si e’ allungato verso dietro, imponendo al pilota di stare piu dietro, e cosi caricare piu peso dietro e avendo ovviamente un baricentro moto pilota piu caricato al posteriore?
Ma perche?
 Solitamente  si sposta peso dietro per?... avere piu grip.

Probabilmente  perchè  oltre alla disposizione del motore  che carica davanti. la posizione del pignone  troppo bassa implica che insieme al pivot, non possono giocare troppo sul tiro catena? 
tiro catena che genera grip meccanico?
Vediamo meglio.

Come sono la kawa e la r1 yamaha.
Image and video hosting by TinyPic

Bmw e Aprilia
Image and video hosting by TinyPic


Panigale
Image and video hosting by TinyPic


Spiegato meglio, un confronto con le altre, l’inclinazione della catena, e tiro catena di conseguenza
Image and video hosting by TinyPic

Non e’ un segno di facilità per quanto riguarda scaricare a terra la potenza e il grip necessario.

I ragazzi di Bologna di sicuro hanno fatto i salti mortali per far combaciare tutte le esigenze necessarie a far volare la Panigale da sbk.


La moto e’ bellissima ma oggi abbiamo evidenziato che il confronto diretto con la concorrenza, ha fatto si che  la filosofia ex gp9 e sue scelte obbligatorie, fosse stata stravolta per portare la panigale a essere vincente.
Si perche non e’ piu la panigale che e’ scesa in campo anni fa, ma una versione riveduta e corretta per essere veloce e agile come le avversarie del campionato sbk.
La kawasaki ci ha messo diversi anni per diventare competitiva, all’inizio, le batoste le ha prese anche lei, come quelle che ha preso la panigale, macchina eccezionale sotto molti punti di vista di una bellezza unica, ma dal carattere abbastanza ostico pieno di spigoli, moto che ha visto numerose cadute quando e’ stata messa al limite e messa in confronto alle moto sviluppate ma su una base piu consona a certi parametri.

Una scommessa, e’ stata una scommessa la panigale in sbk, alla fine ha vinto ma, a costo di molti sacrifici ed alchimie secondo il mio punto personalissimo  di vista. 
Sulla carta non era vincente in confronto alle aprilia kawasaki ecc.

 In effetti ci e’ voluto un pò per cominciare a vedere i frutti.

Velocissima con Giuliano e velocissima con Davies, che l'ha portata sul podio piu alto piu di una volta, ma a che costo?

Ultima scoperta del manz frugando internet, il forcellone allungato che usa solo Davies a quanto pare.
(Solo Davies nel senso che dovrebbe essere quello di 30mm  mentre le altre hanno tutte quello da 20mm)
Image and video hosting by TinyPic


Erroraccio mio, la foto del forcellone sotto, e del team althea non Barni pardon...



Un passo piu lungo per la sbk ufficiale e una ripartizione di pesi ancora differente e una ricerca aggiuntiva  di grip?

Aggiungiamo anche che la panigale r ha un inclinazione di forcella di 24 gradi circa, contro i 21 e spicci della sbk.

Altre complicazioni, se vogliamo una moto stabile in rettilineo.

Perche ducati si e’ ostinata a rendere competitiva la panigale?

Ipotizzo una mera questione di marketing  oltre che di orgoglio.
Di marketing perchè la moto è bella e veloce e si vende moltissimo.

Ritirarla dalle competizioni ufficiali non sarebbe stata una bella mossa,
hanno insistito e molto per renderla competitiva,  ma imaggino i grattacapi per renderla sincera e vincente e intuiitiva per i piloti che devono portarla al limite, quando solo con un consumo errato di una gomma. si mette in gioco tutta una gara 1 o 2 che sia.

 Un bilanciamento ed dei setting abbastanza particolari.

Parliamo ora delle voci sulla prossima moto che dovrebbe sostituire la Panigale, e che tutti parlano sia una 4 cilindri sempre a v di 90 gradi ma con un telaio in alluminio come la concorrenza.

Abbiamo visto alcune complicazioni che si avrebbero con lo stesso design di motore se volessimo metterlo in una posizione per far si che il motore sia compatto e ben distribuito all’interno del telaio con uno spazio sufficiente per i radiatori e con il pignone messo dove serva.

"La posizione del pignone e’ importantissima, una volta che abbiamo quella, abbiamo la maggior parte della geometria fatta"
(parole di DAll’igna parlando dei cambi alla gp15.)

Abbiamo stabilito che la v dovrebbe per lo meno essere centrat,a cioè cosi.

(Elaborazione grafica dove al motore manca il cambio, e sono evidenziati i punti aprilia come il pignone e il pivot)
Image and video hosting by TinyPic

Motore piu basso, perche?

Attualmente il motore della Panigale e un 2 cilindri.

  Ogni cilindro ha queste misure: 112mm di alesaggio e 60.8 di corsa  
Passare a un 4 cilindri suppone rivedere le misure sopra.
Esempio : aprilia 52,3mm di corsa.

Qui una elaborazione abbastanza reale in scala delle dimensioni dei cilindri ducati e  aprilia

Image and video hosting by TinyPic

8.5 mm risparmiati, che posso usare per sollevare la posizione del albero motore  visto che il motore lo posizionero con la v al centro o ruotata di qualche grado in avanti. 

8.5 mm che posso sfruttare per posizionare l’albero piu alto sollevando  di fatto il baricentro e avendo una reazione della moto ovviamente differente dalla attuale.
 Basta cosi  mi son dilungato troppo  per non essermi mai interessato alla sbk e quasi me ne pento troppo casino troppo lavoro in questi pochi giorni.
Articolo che e’ costato 8 pacchetti di sigarette con gran incazzo dello sponsor,  il ruffo che e’ dovuto uscire piu tardi in tutte le sue fp…o passeggiatine, pit stop obbligatorie per uscita.
Presenza quasi nulla su facebook e probabilmente mi giochero’ il rispetto di Domenicali?

Ma non penso che sappia chi e’ il manz.  meglio cosi.

Questo articolo non vuole essere una critica alla panigale, ma una veritiera  ed effettiva esposizione di fatti puramente tecnici, visibili con un po di attenzione.

Una moto fuori dagli schemi. 

 Difficilissima da portate al limite. 

Ma ora, dopo tutte le modifiche é diventata vincente.

 Un recente articolo di mediaset parla di come Davies  guidasse come Stoner e che forse e’ questo il motivo della rinascita della Panigale.

Giuliano mica gioca, vola, troppo forse, e’ sempre fuori dagli schemi, adatto ad una moto del genere.

 A me (“MI”) piace Giuliano, tutto cuore e polso fuori scala, e con il senso di sopravvivenza piu' delle volte in off.

E poi e’ nato vicino a Bracciano e Manziana,  perciò  me piace.

Anche tutti i piloti che guidano la panigale va la mia ammirazione Baiocco Canepa e tutti i team che hanno la panigale come arma d’attacco. 

Molto lavoro e poche soddisfazioni. 
Forse meno di quelle che meriterebbero.

Bata cosi, vi ricordo che per me non e’ facile trovare il materiale e lavorarci sopra in special modo con le elaborazioni grafiche artigianalissime 

.E FARE TUTTE LE IPOTESI..
E tutte le mie esposizioni voglio ricordarvi, che sono solo ed esclusivamente ipotesi basate su dati estrapolati ed elaborati  da dietro un pc e con foto trovate su internet.



Spero essere stato abbastanza comprensibile per tutti
io non scrivo per ingegneri.
Tutte le elaborazioni sono pensate per la piu semplice comprensione.


A Malaga oggi 34 gradi e un po di mal di testa..








comments powered by Disqus

Altri commenti

toscanaccio

Inserito: 25 settembre 2015
toscanaccio

Tu parli di ipotesi sui posizionamenti delle masse, e lo fai guardando i volumi...?

Inserito: 25 settembre 2015
manziana

io ho parlato di ingombri . poi il motore puo essere anche piu lungo ma tutto dipende da dove lo posizioni coinsiderando che deve essere anche fatta una scelta su come distribuire i pesi,

Inserito: 25 settembre 2015
Stiducatti

Io invece spero facciano una 4 cilindri a motore portante. Superquadrando il motore così come originalmente prevedeva il progetto di Preziosi, si dovrebbero conseguire tutti quegli agi geometrici atti a guadagnare i corretti posizionamenti del propulsore, le necessarie lunghezze dei telai per aumentarne le flessibilità, nonché finalmente una potenza in CV che appena appena disintegri le altre 4 cilindri.

Chissà...

Inserito: 28 settembre 2015
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


In blog Veritas

Approfondimenti tecnici sulla MotoGP fuori dall'ordinario


Una voce fuori dal coro, che vi terrà informati sulle evoluzioni tecniche e sui segreti della MotoGP

Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Columbia: al caldo in città

Columbia: al caldo in città
in Abbigliamento moto

Flyer Uproc6 - Oltre la e-Bike

Flyer Uproc6 - Oltre la e-Bike
in Mobilità sostenibile

Jerez SBK:a todo gas...Piu o meno... (terza  parte)

Jerez SBK:a todo gas...Piu o meno... (terza parte)
in In blog Veritas

Etropolis Trek Evo Man e Trek Evo Unisex

Etropolis Trek Evo Man e Trek Evo Unisex
in Mobilità sostenibile