Particolari: seconda parte

di Manziana

Particolari: seconda parte

Approfitto dell'articolo di Licciardello (o Edo che dir si voglia) riguardo la liberalizzazione dei sensori temperatura per dire un bel "finalmente!" Averli avuti prima, chissà quante clavicole o gambe operate si sarebbero risparmiati i vari Spies, Rossi, Lorenzo... ma andiamo avanti con la mia specialità: l'indagine tecnica. Oggi useremo alcune foto per capire meglio cosa ha usato Ducati a Jerez, visto che la mente vulcanica del mio ingegnere preferito, Filippo Preziosi (Lecchino! Nota della redazione...) mi lascia sospettare alcune cose. Stay Tuned, come si suol dire. Ma andiamo a parlare (anche) di sensori...

Dunque: a Jerez Ducati ha portato, a quanto pare, due moto. Lo dico in base alle foto che ieri sono girate su quella meravigliosa fonte d'informazioni che è Twitter. Dicevamo: una GP11.2, quella vista al Mugello con Rossi e Battaini (800 per Battaini, 1000 per Rossi) e portata in gara ad Aragon - quella che tutti davano per dotata del nuovo telaio perimetrale in alluminio, mentre si è poi rivelata "semplicemente" equipaggiata con la versione del temitelaio allungata, ovvero questa:
  Free Image Hosting at www.ImageShack.us



Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Ora, questa è la moto che ha girato a Jerez - la GP11.2 - ma si trattava di una 1000 o di una 800? La domanda sorge spontanea, come diceva Lubrano... A cosa serve girare con una GP11.2 se si lavora già sulla GP12, o GP12 Sat che sia? Un test di elettronica? Comunque, sia, pare che la moto sia stata provata da solo Battaini, per poi chiuderla subito nel box coprendo le ruote. Perché? Cosa c'era da nascondere, soprattutto su una "vecchia" GP11.2? Domanda maliziosa - è possibile che non volessero nascondere nulla, però... giudicate voi - ecco la foto incriminatoria:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Certo, direte voi - stanno scaldando le gomme! Con sopra altre coperte? Perché quelle che si vedono non sono termocoperte, anche se sotto spuntano cavi. Ma passiamo alla GP12Sat, o Zero che dir si voglia, ovvero questa:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

che a Jerez abbiamo visto in mano tanto a Barbera che ad Abraham (che l'ha fatta alla griglia...) come da foto di Azi Farni.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Si tratta della stessa moto vista in mano a Rossi (era una delle tre versioni portate in pista) negli ultimi test di Valencia 2011. Le stesse poi date ai team satellite.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Da cosa si riconosce che si tratta di una moto satellite? In un altro mio articolo spiegavo le differenze con la GP12 ufficiale, facilmente individuabili da questa foto dei due telai GP12 e GP12 Sat.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

e  fino a qui per fare chiarezza con che moto stavano girando a Jerez.
No, la 12 ufficiale non c'era.
Free Image Hosting at www.ImageShack.us

E con questo abbiamo chiarito quali moto stessero girando a Jerez. No, la GP12 ufficiale non c'era, né tantomeno la GP11.1 citata da altre testate - questa è la GP11.1, la versione con la prima modifica dopo la GP11 con telaio in carbonio ed ammortizzatore svincolato negli attacchi dal motore. Quella presentata per la prima volta ad Assen. 

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Su cosa hanno lavorato in Ducati? Principalmente elettronica, come ha confermato Preziosi: "Con Franco (Battaini) abbiamo proseguito con il programma di test pianificato per il Team Sviluppo nei mesi invernali, provando alcuni aspetti dell’elettronica sui quali continueremo a lavorare con i piloti ufficiali a Sepang. Direi che abbiamo trovato delle cose interessanti che, appunto, verificheremo con Vale e Nicky tra pochi giorni in Malesia dove continueremo anche a lavorare sul set up della moto". Ma forse anche su un forcellone in allumionio dotato di coperture di rinforzo in carbonio - la foto di Barberà in azione lascia aperta la porta a diversi dubbi...

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Ma c'è di più - un particolare, un sensore, che appare sulla moto di Barbera in zona pinza freno anteriore della GP12 Sat. La cosa mi ha incuriosito, e sono andato ad ingrandire la foto del particolare fino a trovare un marchio sul sensore stesso. McLaren. Si, la McLaren della F1, che usa motori Mercedes e legata a doppio filo con AMG. Ma questo è un altro discorso...

Essendo curioso, sono andato un po' indietro nel tempo a cercare di scoprire se altre Ducati avessero montato quel sensore. Ebbene si. Valencia 2011 e Sepang 2012, oltre che qui a Jerez sulla GP12 Sat.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Free Image Hosting at www.ImageShack.us


Di che si tratta? E' bastato andare sul sito McLaren, poi in McLaren Electronics e scovarlo (per somiglianza di forma, fori delle viti e cavo laterale) trovandomi davanti questo sensore.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Si tratta di un accelerometro triassiale. La prima cosa che mi è venuta in mente è stata che la nuova Ducati avesse un iPod sul cruscotto per giocare, come fecero sulla McLaren di Hamilton (era proprio un iPod...) Naturalmente scherzo, dovrebbe servire per misurare le variazioni altimetriche della ruota, ovvero qualunque vibrazione sull'anteriore su tutti e tre gli assi. In altre parole... chattering?

Dice oggi Preziosi: La trazione si è rivelata uno dei punti deboli della nuova moto e per risolverlo gli algoritmi matematici servono ormai più degli interventi sulla ciclistica...

Ovviamente parla di elettronica, la stessa elettronica che ha in dotazione l'HRC, su cui l'accelerometro a 3 assi è incorporato nella centralina: in una recente intervista Honda si è vantata di aver estrapolato da Asimo questa tecnologia, tanto per far capire dove possono arrivare o dove sono attualmente. Molto avanti. Per questo Ducati sta cercando di mettersi in pari a livello elettronico. Il sensore Mclaren serve per aquisire dati , probabilmente per problemi di chattering (ipotizzo) ma dimostra che non son mai rimasti con le mani in mano.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

L'altra possibilità è che Preziosi non si fidi di Rossi, e voglia guidare lui la moto telecomandandola. Bravo Filippo! (Godetevi il video)


A Malaga... il sole è spento, e chi l'ha spento sei tu (Celentano). Ah, e cliccate "MI PIACE" sulla pagina Facebook di Motocorse: non è possibile che i fan siano solo 5000. Altrimenti Edo ha minacciato di chiudermi il blog. Grazie, e baci da Malaga!








comments powered by Disqus

Altri commenti

Stedaidegas

Bravo manz come al solito! Ma un articoletto sulla Honda? Sarebbe interessante capire anche le novità tecniche degli altri team....

Inserito: 23 febbraio 2012
manziana

Stedaidegas grazie ci sto lavorando ma la hrc non e' fotografata come la ducati hahahahaha ti posso dire che sto cercando materiale e che pedrosa aveva due telai differenti a sepang uno piu rigido solo con aggiunte di saldature in più appena avrò materiale ci lavoro un po su
un anticipo omaggio
http://img577.imageshack.us/img577/6678/anticipo.jpg

Inserito: 23 febbraio 2012
CASEYCIVINCEVA

bravo manz, mi sembra un ottimo articolo forse uno dei migliori........ora pero' vorrei che tu mi spiegassi che senso ha fare queste prove con questi determinati sensori su una moto che non e' quella che correra' e che e' diversa per un buon 80 % da quella che verra' utilizzata da rossi e company? cioe'..........io che sono un grande ignorante in materia ma prima volta che vedro' scritto: ducati, problemi di gioventu', e' appena all'inizio del suo sviluppo, ha bisogno di macinare chilometri.ecc. ecc. mi verrebbe da dire: ma questi test con la moto vecchia se li avessero fatti con la nuova?????? non riesco a capire cosa possono valutare su una moto che e' diversa in tutto e per tuto dalla nuova........se me lo spieghi......

Inserito: 23 febbraio 2012
manziana

CASEYCIVINCEVA benenon mi aspettavo questo tuo commento accenderò delle candele i miracoli avvengono
a parte gli scherzi io non ho saputo rispondere a questa domanda se hai letto bene...
pero ci ha pensato Guido Meda nei commenti all'articolo su facebook dando alcune spiegazioni che rispondono sia alla mia che alla tua domanda
non ci sono tutte le moto a disposizione e per fare prove di elettronica va bene anche la vecchia.

Inserito: 23 febbraio 2012
Nazzo

Grazie Manz,
questi articoli oltre ad essere belli tengono arzilla l'aspettativa per il 2012 e la fiducia che tanti sforzi fatti dal team della rossa portino buoni risultati...

Attendiamo prossime!

Nazzo

Inserito: 23 febbraio 2012
MrCrow

Articolo molto interessante, come sempre direi...

L'ultima parte del video poi è incredibile...
Spero vivamente che quello non sia il futuro delle corse :(

Inserito: 24 febbraio 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


In blog Veritas

Approfondimenti tecnici sulla MotoGP fuori dall'ordinario


Una voce fuori dal coro, che vi terrà informati sulle evoluzioni tecniche e sui segreti della MotoGP

Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Test CRT Jerez, day 3: De Puniet come le GP!

Test CRT Jerez, day 3: De Puniet come le GP!
in Motomondiale

Per la SNAI Checa è il pilota da battere in Australia

Per la SNAI Checa è il pilota da battere in Australia
in Superbike

Street Triple 675: foto spia!

Street Triple 675: foto spia!
in Moto e mercato

Motodays: test H-D, stunts ed altre novità

Motodays: test H-D, stunts ed altre novità
in Altre notizie